Ice Buckett all’italiana

Ho provato a resistere, a dirmi che sarebbe passato in fretta, a leggere le ragioni di chi elogiava il fenomeno, ma le secchiate d’acqua gelate continuano a invadere la Home di Facebook e, ancor più grave, quella dei maggiori quotidiani italiani e allora ho deciso di scrivere. L’ice buckett challenge è nata negli Stati Uniti,  dove tutto, da anni, quando non è spettacolo, viene spettacolarizzato. Un’idea “virale” che avrebbe contribuito a sensibilizzare il grande pubblico su una malattia dannatamente silenziosa che colpisce il corpo fino a renderlo una prigione per l’anima, un’idea che, col senno di poi, ha funzionato, informando … Continua a leggere Ice Buckett all’italiana

L’Unità:cronaca di una morte annunciata

Primo anno del liceo, aula magna, assemblea studentesca per decidere l’occupazione della scuola. I primi “impegnati a sinistra” della mia generazione si riconoscevano subito da pochi, ma chiari, elementi distintivi: la kefiah, l’eskimo e l’Unità, infilata nella tasca del cappotto in modo che a rimanere fuori fosse solo la scritta rossa, ben in vista. Penso di averla vista lì per la prima volta, in una di quelle tasche, e se devo dir la verità, almeno per quei primi anni, penso di averla vista solo lì, accartocciata in quei cappotti, al massimo appoggiata su di un tavolo. Era come se la … Continua a leggere L’Unità:cronaca di una morte annunciata