Profumo D’ottimismo

Per ragioni estranee alla mia volontà, ultimamente ho fatto il pieno di incontri elettorali. Questo è quello che ho capito: 1 – La vita del candidato è una vitaccia. Farsi ogni tappa è un errore madornale, tutte le tappe se le fanno solo: a) il candidato;  b) l’addetto stampa; c) l’autista e chi per lui; Ed ognuno è provvisto del suo buon motivo per farlo. Basti pensare che le circoscrizioni per le europee, escluse le isole, sono composte da 4 o più regioni, dove il candidato viene sballottato, fra dibattiti, sagre, incontri e premiazioni in meno di un mese. Un copione … Continua a leggere Profumo D’ottimismo

Giorni della marmotta passati in preghiera

L’epilogo della cronaca di queste ultime settimane mi ricorda due storie: La prima è la trama di un famoso film: “Ricomincio da capo”. Un film del 1993 di Harold Ramis con Bill Murray e Andy MacDowell uno di quei film con una morale prevedibile che deve la sua fortuna al fatto che si svolge durante la Giornata della Marmotta, elemento per altro secondario nella stesura della sceneggiatura. Pellicola che vanta anche una sua versione italiana del 2004, “E’ già ieri” con Antonio Albanese oltre ad esser stato inserito, nel 2006, nel National Film Registry della Biblioteca del Congresso degli Stati … Continua a leggere Giorni della marmotta passati in preghiera

Il voto. Un atto di fede.

Sono nato il 29 Novembre del 1988 due anni dopo l’incidente di Cernobyl e un anno prima della caduta del muro di Berlino, l’anno del governo De Mita ed il pentapartito, della Fiat Tipo, del sequestro Casella, dello scandalo delle carceri d’oro e di Achille Occhetto segretario del P.c.i, l’anno in cui Massimo Ranieri vinceva il 38esimo Festival della Canzone italiana con “Perdere l’amore”. La mia è una generazione che ha visto crollare un po’ di tutto. Il crollo del muro di Berlino, il crollo della Prima Repubblica, il crollo dell’Italia nella finale di Usa 1994, il crollo della Gioiosa … Continua a leggere Il voto. Un atto di fede.

Parlamentarie pratesi 2012

30 Dicembre 2012, ore 22.00 Matteo Biffoni e Ilaria Santi, questi sono i due nomi che i pratesi hanno scelto per rappresentare il territorio nelle aule romane. Un giovane renziano di ferro e una donna dalle radici cattoliche, ma dalle simpatie di Sel. Non si è parlato di idee né di contenuti, ad eccezion fatta per quei pochi punti programmatici che tutti i candidati hanno presentato non potendo fare diversamente. La politica assomiglia sempre di più al calcio, viene vissuta con la stessa passione cieca e il medesimo accanimento verso l’avversario. D’altronde l’individuazione di un avversario comune cos’è, se non … Continua a leggere Parlamentarie pratesi 2012